La mia recensione

Cambiare l'acqua ai fiori

Cambiare l’acqua ai fiori – Valérie Perrin

Violette è una ragazza orfana che molto presto decide di lasciare la sua famiglia adottiva per rendersi indipendente.
Questa scelta influirà su tutte le azioni che sarà portata a compiere nella sua vita.
Inizia quindi a lavorare, giovanissima, come barista in una discoteca.
Qui conosce Philippe, un giovane aitante e bellissimo che le fa perdere la testa.
Inizia così la loro relazione passionale e Violette rimane incinta.
Philippe è un ragazzo viziato, non ama lavorare ed è mantenuto economicamente dai suoi genitori che gli pagano le spese e l’affitto di casa.
Quando casualmente gli stessi scoprono che Violette abita con lui e per di più che aspetta un figlio, pur non accettandola gli trovano un impiego in una stazione ferroviaria che offre vitto e alloggio.
Si trasferiscono quindi nel nuovo posto e del lavoro inizia ad occuparsi esclusivamente Violette mentre porta a termine la gravidanza e Philippe pensa solo ai propri svaghi, ai videogiochi, alle donne.
Dopo qualche anno dalla nascita della figlia avviene un fatto terribile che metterà in discussione la vita di tutta la famiglia.
Quando poi la stazione ferroviaria viene chiusa definitivamente, Violette decide, contro la volontà di Philippe, di trasferirsi e diventare custode di un cimitero.
Il motivo della sua scelta è molto più importante di un semplice fatto impiegatizio, si capirà a libro inoltrato e ci trasporterà in un vortice di sentimenti, di emozioni, di pensieri, di allegria e di tristezza.
Qui Violette incontrerà molte persone e le storie dei defunti che abitano il cimitero, e verrà a conoscenza di molteplici avventure amorose e non.
“Cambiare l’acqua ai fiori” è un libro sctitto in modo semplice e dalla lettura scorrevole, in alcuni passaggi forse un po’ prolisso ma l’intenzione della scrittrice è proprio quella di tenerci avvinti ai personaggi che ne fanno parte e riesce perfettamente nel suo intento, incuriosendo l’attenzione del lettore fino al colpo di scena finale e inaspettato.

©2021 Primula Galantucci. Tutti i diritti riservati.

Sito sviluppato con  usando i tools professionali di e-addons plugins

PRIVACY POLICY

Primula Galantucci
P.IVA: 03109860134